Aria..

Rimanere aperti all'amore


(tratto dal libro di Paulo Coelho "Come il fiume che scorre" )


 


Ci sono momenti in cui ci piacerebbe molto aiutare coloro che amiamo, ma non possiamo fare nulla. O le circostanze non permettono che ci avviciniamo, o la persona rifiuta qualsiasi gesto di solidarietà e appoggio.


Allora ci resta soltanto l'amore. Nei momenti in cui  è tutto inutile, possiamo ancora amare, senza aspettarci ricompense, cambiamenti, ringraziamenti.


Se riusciamo a comportarci in questo modo, l'energia dell'amore comincia a trasformare l'universo intorno a noi. Quando questa energia compare, riesce sempre a portare a termine il suo lavoro. "Il tempo non cambia l'uomo. La forza di volontà non cambia l'uomo. E l'amore che lo cambia." , dice Henry Drummond.


Ho letto sul giornale di una bambina, a Brasilia, brutalmente percossa dai genitori. Come risultato, rimase paralizzata e muta.


Ricoverata presso l'ospedale di base, fu accudita da un'infermiera che ogni giorno le diceva "Io ti amo". Nonostante i medici garantissero che la bambina non riusciva a sentire, e che quindi i suoi sforzi erano inutili, l'infermiera continuava a ripetere: "Io ti amo, non dimenticarlo".


Tre settimane più tardi, la bimba recuperò i movimenti. Quattro settimane dopo, torno a parlare e a sorridere. L'infermiera non rilasciò mai interviste e il giornale non menzionò il suo nome, ma rimane il messaggio, affinchè non ce ne dimentichiamo mai: l'amore cura.


L'amore trasforma, l'amore cura. Ma alle volte l'amore costruisce delle trappole mortali, e finisce con il distruggere la persona decisa a dare tutta se stessa. Che razza di sentimento complesso è questo, che " in fondo- è l'unica ragione per continuare a vivere, a lottare, a cercare di migliorare?"


Sarebbe una follia tentare di definirlo, perchè, come tutti gli esseri umani, io riesco soltanto a sentirlo. Sull'argomento sono stati pubblicati migliaia di libri, messe in scena opere teatrali, prodotti film, scritte poesia, intagliate sculture nel legno o nel marmo, e ciò nonostante, tutto quello che l'artista può trasmettere è un'idea di sentimento, non il sentimento in sè.


Ma io ho imparato che questo sentimento è presente nelle piccole cose, e si manifesta nei più insignificanti atteggiamenti che assumiamo, pertanto è necessario tenerlo sempre a mente, quando agiamo o non agiamo.


Prendere il telefono e dire quella parola di affetto che rimandiamo. Aprire la porta e lasciare entrare chi ha bisogno del nostro aiuto. Accettare un lavoro. Lasciare un lavoro. Prendere la decisione che stiamo procrastinando da tempo. Aprire un conto dal fioraio, che è più importante del gioielliere. Mettere la musica molto alta quando la persona amata è lontana, abbassare il volume quando è vicina. Saper dire "Sì" e "No", perchè l'amore ha a che fare con tutte le energie dell'uomo. Trovare uno sport che possa essere praticato in due. Non seguire nessuna formula, nemmeno quelle espresse in questo paragrafo, perchè l'amore ha bisogno di creatività.


E nel momento in cui niente di tutto ciò sia possibile, quando tutto quel che resta è solo la solitudine, allora ricordarsi di una storia che una volta mi inviò un lettore.


Una rosa bramava giorno e notte la compagnia delle api, ma nessuna veniva a posarsi sui suoi petali.


Il fiore, tuttavia, continuava a sognare: durante le sue lunghe notti, immaginava un cielo dove volavano molte api, che venivano affettuosamente a baciarlo. In questo modo, riusciva a resistere fino al giorno successivo, quando tornava a schiudersi con la luce del sole.


Una notte, essendo a conoscenza della solitudine della rosa, la luna domandò: "Non sei stanca di aspettare?"


"Può darsi. Ma devo continuare a lottare."
"Perchè?"
"Perchè, se non mi apro, appassisco"
Nei momenti in cui la solitudine sembra schiacciare tutta la bellezza, l'unico modo per resistere è rimanere aperti.


 


Aria..ultima modifica: 2006-04-17T18:56:31+02:00da losart
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Aria..

Lascia un commento